Continuiamo a restare tutti a casa! - Dimostriamo di essere tutti responsabili
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Rossetti Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Continuiamo a restare tutti a casa!

    Dimostriamo di essere tutti responsabili

    Cari cittadini,

    credevo che tutti noi fossimo consapevoli della situazione in cui si trova la nostra Italia, come del resto anche molti altri paesi del mondo, colpiti dalla “piaga” del Coronavirus, ma non è così. Perché ci sono ancora molte persone che ritengono le misure prese dal Governo, come quella di restare in casa a meno che non si debbano comprare alimenti o medicine, delle “privazioni di libertà”;  c’è gente che porta il cane a passeggiare in continuazione pur di uscire.

     Questo è un appello rivolto proprio a voi: è davvero così difficile restare in casa? E’ davvero così difficile fare uno sforzo per aiutare la nostra Italia? Avete un minimo di cervello? Provate almeno un minimo di vergogna? Ci sono medici che arrivano a lavorare fino a dodici ore, dodici ore. Tutto quello che è stato chiesto a noi, invece, è di restare a casa: possiamo leggere un libro, vedere film, serie tv, ascoltare buona musica, accrescere la nostra cultura; oppure possiamo semplicemente goderci la nostra famiglia, basti pensare a coloro che studiano o lavorano lontano dalle proprie e non hanno potuto raggiungerli. Ma a voi questo non sta bene, vero? Perché voi dovete prendere l’aperitivo, qualcuno là fuori potrebbe essere stato contagiato, magari avrà delle complicazioni, e sempre per il vostro egoismo, non troverà posto in ospedale e morirà, complimenti: siete riusciti ad ammazzare qualcuno con il vostro egoismo!

    E non ricorrete ai soliti pretesti: i morti sono principalmente anziani e persone con delle patologie gravi di base, ad esempio, ma questo non vi giustifica, anzi, conferma quanto smisurato sia il vostro egoismo, dato che uscendo di casa, pur essendo consapevoli di contribuire alla diffusione del virus, sapete che qualcuno “debole” potrebbe venir contagiato, ma a voi non importa. Ve lo do io il permesso di uscire: andate a comprarvi un nuovo cervello.                              Poi ci sono anche coloro che ritengono che il virus sia una “semplice influenza” e che il governo ci stia mentendo su tutto, ma di loro non voglio neanche parlare.

    Ragazzi, amici concittadini, questo è un appello per voi invece, voi che rispettate le leggi: continuate così, mettetecela tutta, mettiamocela tutta, perché insieme la differenza la possiamo fare, tutto ciò passerà. Lavatevi le mani, evitate baci, abbracci, perché così facendo un giorno guarderemo pubblicità di disinfettanti, rideremo ripensando a tutto quello che stiamo passando, perseverate per far sì che quel giorno si avvicini.

    Perché è vero che il problema dell’Italia sono gli Italiani ma non tutti gli italiani, e va dimostrato.

    Restate a casa!

    Aurora Ghianni

    di Redazione Rossetti


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi