Pur nella tragedia nuove opportunità - Insieme ce la faremo
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Rossetti Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Pur nella tragedia nuove opportunità

    Insieme ce la faremo

    Cari amici,

    come dimenticare il 2020, visto che a causa di un virus il mondo si è fermato, abbiamo rotto la nostra routine per dedicarci ad attività che fino a due settimane fa non avremmo mai fatto.

    La realtà che viviamo ci addolora profondamente, ma dobbiamo anche trovare nella tragedia l’opportunità per migliorare tutti.

    Per la prima volta nella mia vita ieri mi sono fermato ad ascoltare il silenzio e ho scoperto che non esiste il silenzio: ci sarà sempre un suono diverso che lo romperà. Ciò fa riflettere e mi fa capire che questa situazione di dolore e divieti può essere presa come l'occasione per fare qualcosa di nuovo, qualcosa che ci potrà piacere. Quindi un modo per “ammazzare” il tempo in questo periodo è quello di sperimentare qualcosa di nuovo o riscoprire attività come la musica, la lettura,  stare con i propri genitori o fare dei giochi da tavolo.

    Grazie alla tecnologia riusciamo, noi alunni, a svolgere lo stesso le attività previste dal programma scolastico; il problema che preoccupa noi ragazzi dell’ultimo anno sono, però, gli esami ma io penso di parlare a nome di tutti dicendo che confidiamo nei nostri professori.

    So che la situazione è difficile, so che cosa si prova, so anche che ci si sente incompleti come un tuorlo senza albume e ci sentiamo chiusi in un guscio impenetrabile, ma io confido nell’ uomo e credo che tutto si sistemerà.

    L’altro giorno ho visto un video che mi ha fatto commuovere; era girato in Germania in un piccolo paese nel quale tutti i cittadini si erano incontrati sui balconi: uomini, donne, bambini, anziani e con il proprio strumento e la propria voce cantavano “O bella ciao”, la nostra canzone simbolo di libertà per supportarci e per farci capire che loro ci sono vicino.

    Mi auguro che ogni nazione lasci da parte pregiudizi, cattiveria, ogni diversità per combattere tutti insieme il virus,  aiutandoci, volendoci bene,  supportandoci vicendevolmente. Questo per farci capire che non siamo soli, non siamo chiusi in un guscio, siamo riusciti tutti insieme a scheggiarlo e a vincere le nostre paure, quindi non molliamo, non abbandoniamoci al dolore: dobbiamo reagire!

    Io credo in tutti noi e so che ce la possiamo fare.

    Nicola La Verghetta, classe III E

    di Redazione Rossetti


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi