Prima di tutto: la Costituzione - Protagonisti i giovani di Cupello
 
Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Rossetti Vasto su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Prima di tutto: la Costituzione

Protagonisti i giovani di Cupello

“La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé.

La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove. Perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile. Bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità.”

(Piero Calamandrei)

 

“Prima di tutto: la Costituzione”.  Venerdì 26 gennaio, presso il Polo Scolastico di Via Alcide De Gasperi a Cupello, si è svolta la cerimonia di consegna della Carta Costituzionale e della tessera elettorale ai giovani che per la prima volta dovranno esprimere il loro voto nelle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

 

L’importante e stimolante iniziativa del Presidente del Consiglio Comunale Valentina Fitti e del Sindaco di Cupello Manuele Marcovecchio ha avuto un grande riscontro con la partecipazione di numerosi giovani, ai quali si sono rivolti anche l’onorevole Maria Amato e la senatrice Federica Chiavaroli, che hanno sottolineato la necessità di credere nelle Istituzioni e di partecipare con fiducia alla vita politica del nostro Paese.

 

Ospite d’onore della cerimonia, il Procuratore della Repubblica di Vasto, dott. Giampiero di Florio, che ha indirizzato il suo discorso ai numerosi ragazzi presenti, invitandoli più volte nel corso del dibattito a leggere la Costituzione per ampliare la propria cultura e per conoscere le leggi che regolano il nostro Paese. E’ importante che i giovani abbiano una vita concreta, reale, limitando l’uso di Whatsapp, Facebook, Instagram, che ci immergono in una vita virtuale e vuota.

Il Procuratore ha illustrato diversi articoli della Costituzione, dimostrando con esempi concreti che, nonostante la nostra Carta Costituzionale sia entrata in vigore settanta anni fa, è attualissima ed è ancora, come ricorda Benigni, “la più bella del mondo”.

 

“Mentre la legge vieta, ti trattiene, fa paura, la Costituzione spinge, ti protegge, ti vuole bene. È la nostra mamma, è tutto a favore. I dieci comandamenti sono tutti un no, la Costituzione è tutto un sì, è la legge del desiderio”.

(Roberto Benigni)

La partecipazione a questo convegno è stata per me molto emozionante e significativa. Io ho solo tredici anni e ne dovrò aspettare alcuni prima di poter esercitare il mio diritto di voto. Sono, però, consapevole che il voto è un diritto che è stato conquistato nel passato con grandi sacrifici e lotte e non è giusto che le nuove generazioni, spesso, non ne apprezzino l’importanza a causa di una mancanza di fiducia nei confronti della politica, della mancanza di ideali e di interesse verso la vita dello Stato.

Il voto, oltre che un diritto, è anche un dovere civico nei confronti di tutti coloro che, insieme a noi, costituiscono e formano la società; votare significa far valere la propria opinione e la propria volontà ed evitare di delegare ad altri scelte che sono di ciascuno di noi.

Come sindaco dei ragazzi, vorrei sensibilizzare i miei coetanei affinché non si lasci niente al caso: è necessario costruire il nostro futuro già da adesso, perché il futuro siamo noi e se ci impegniamo a valorizzare la cultura, il sapere, ad arricchire il nostro bagaglio di conoscenze diventeremo consapevoli di essere liberi e di avere dei diritti.

 

“Dietro ogni articolo della Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa Carta.”

(Piero Calamandrei)

 

Il sindaco dei ragazzi e delle ragazze

Simone Di Minni

di Redazione Rossetti


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

lightbulb_outline

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi