Alla riscoperta dell’interiorità e dell’essenzialità - Incontro con Folco Terzani
 
Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Rossetti Vasto su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Alla riscoperta dell’interiorità e dell’essenzialità

Incontro con Folco Terzani

Sin da quando ero piccolo, ho sempre amato leggere, adoro immergermi nelle pagine di un buon libro per vivere un’emozionante avventura in compagnia dei personaggi protagonisti.

Per questo la mia gioia è stata immensa quando la maestra Miranda Sconosciuto mi ha invitato sabato 9 dicembre al convegno-intervista “Coltiva la cultura”, con protagonista uno scrittore di così grande rilievo internazionale come Folco Terzani, autore di numerosi best-seller come “La fine è il mio inizio”, scritto a quattro mani con il padre Tiziano, “Ultra” e “Il Cane, il Lupo e Dio”, libro su cui si è basata l’intervista, condotta dalla docente e giornalista Paola Cerella.

Folco Terzani si è da subito mostrato una persona molto simpatica e affabile, ma al tempo stesso colta ed erudita, e ha saputo coinvolgere il pubblico che ha affollato il Mercato Santa Chiara, lanciando numerosi spunti di riflessione sul senso della vita, della libertà e della riscoperta dell’io interiore, sulla religione, sul rapporto tra Dio e l’uomo e su quello tra l’uomo, gli animali e l’ambiente.

La giornalista, professoressa Paola Cerella, ha saputo cogliere appieno l’interiorità e la spiritualità di Folco Terzani, ponendogli delle domande strutturate e articolate, a cui lo scrittore ha risposto accuratamente e esaustivamente.

Protagonista della serata il libro “Il Cane, il Lupo e Dio”, ultimo lavoro dello scrittore toscano, che ha trascorso gran parte della sua vita viaggiando e esplorando il mondo.

Dopo un particolare momento della sua vita, ha voluto riscoprire se stesso e il senso della sua vita, affrontando delle esperienze estreme.

Significativo e rivelatore l’incontro con Madre Teresa di Calcutta, e la condivisione del dolore delle persone assistite nell’anno trascorso alla Casa dei Morenti, dove ha constatato il significato della morte, che separa da un momento all’altro l’anima, spirituale, dal corpo, materiale.

Altrettanto importante per la sua vita è stata l’esperienza vissuta insieme ai Sadhu dell’Himalaya, affascinato dal loro modo di vivere, dedicato all’abbandono e alla rinuncia della società.

Folco Terzani ha rivelato che “Il Cane, il Lupo e Dio” è una sorta di autobiografia: nascosti nelle pagine di questo libro, illustrato egregiamente da Nicola Magrin, si nascondono numerosi aneddoti sulla sua vita, il suo rapporto, a volte conflittuale, con il padre Tiziano, la sua esperienza a Cambridge e il periodo in cui si è immerso totalmente nella natura.

Il protagonista della storia, ispirata alle favole classiche di Esopo e Fedro, è un Cane che un giorno viene abbandonato dal suo padrone, quindi privato di tutte quelle comodità e sicurezze  della vita domestica, e improvvisamente si ritrova abbandonato, solo e affamato, senza un posto caldo e  sicuro.

“Il tuo problema non è che hai perso le tue cose. Tu hai perso la fiducia”

Tutti noi potremmo identificarci nel Cane, perché prima o poi nella vita ci capiteranno degli ostacoli, degli imprevisti, delle sconfitte, delle delusioni, degli abbandoni che ci porteranno inevitabilmente a cadere.

Il Cane, però, ci insegna che bisogna rialzarsi, fidandosi delle persone a noi care o di quelle da cui non ci aspetteremmo un aiuto, così come il Cane si fida del Lupo e insieme si imbattono in una rocambolesca avventura che li porterà alla Montagna della Luna, il luogo sacro dove avverrà l’incontro con il Divino.

In basso la tormenta continuava. Lassù c’era calma".

Folco Terzani ha affascinato tutti con la sua storia e con il suo libro, che molti hanno comprato per avere l’onore di ricevere un autografo e una dedica.

“La forza del lupo è nel branco e la forza del branco è nel lupo”

 

Il sindaco dei ragazzi e delle ragazze
Simone Di Minni

 

di Redazione Rossetti


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi