Venezia: la città dell’acqua, del carnevale, delle gondole - Ricordi di un viaggio d’istruzione indimenticabile
 
Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Rossetti Vasto su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Istituto Rossetti Vasto Cultura 12/04/2017 12/04

Venezia: la città dell’acqua, del carnevale, delle gondole

Ricordi di un viaggio d’istruzione indimenticabile

Arriviamo a Venezia in treno, a metà mattinata e iniziamo il nostro tour attraverso calle strette e lunghe. Non avevamo mai visto Venezia prima di allora ed eravamo molto emozionati ed entusiasti. A dirla tutta, non avevamo grandi aspettative: la immaginavamo piccola e umida! Ma presto ci siamo ricreduti. A piedi arriviamo la teatro La Fenice. La visita tra stucchi, ori e il prestigioso palco reale ha reso unico il nostro soggiorno veneziano. Da qui riprendiamo il cammino e arriviamo all’Accademia delle maschere Ca’ Macana, un antico laboratorio dove una simpatica signora ci illustra con minuzia di particolari tutte le fasi per la realizzazione delle  maschere. Si muoveva con tale abilità e sicurezza da far sembrare semplice ogni sua mossa. Le maschere maschili, diverse da quelle femminili per colori e dettagli, erano in tempi più antichi accompagnati da vesti lunghe e scure, “la bauta” e da un ampio cappello.

Quelle femminili erano molto più semplici: ci si vestiva abitualmente e l’unico modo per non essere riconosciuti, era quello di indossare una maschera che copriva il volto, non decorata ma più comunemente nera, la “moretta” o “muta”. Per accrescere il mistero, si camuffava la voce: all’interno della muta era presente un bottone che la donna doveva necessariamente stringere fra i denti per per tener salda la maschera sul viso. Da qui riprendiamo il cammino e arriviamo al ponte di Rialto, famosissimo e di grande effetto. La visuale è bellissima: la prima emozione da fotografe. Ristorante, gondole, tanta gente su e giù per il ponte: negozi, luci accese anche di giorno rendono l’atmosfera calda, nonostante il cielo sia nuvoloso. Quando giungiamo in piazza San Marco rimaniamo tutti a bocca aperta: è grandiosa, bellissima. Visitiamo la basilica e Mino, la nostra guida, ci illustra sapientemente il suo interno. Usciamo e riprendiamo il nostro cammino tra la folla. Ammiriamo la città e i suoi scorci.

Classe II E

di Redazione Rossetti


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

lightbulb_outline

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi